Il pop 'futurista' di Charli XCX è solo la nostra attuale distopia

2022 | Musica

Alcuni anni fa, un termine specifico ha iniziato a girare intorno alle descrizioni della musica di Charli XCX: futuristico . quando lei SOPHIE -prodotto devoto devoto L'EP uscito nel 2016, sembrava come se il consenso della critica fosse stato raggiunto da un giorno all'altro: questa musica era, presumibilmente, come suoneranno i dischi pop dei prossimi decenni o secoli, e Charli era una star abbastanza profetica da trasmettere questi suoni negli anni 2010. Da devoto devoto , i fan e i critici si sono attaccati a questo descrittore e l'hanno riempito di servile ad ogni rilascio successivo: un recente profilo decreta che Charli è ' futurista regnante del pop pop ;' Il Custode la loda ' malizioso programma futurista .' Una sottosezione di Spotify chiamata 'Hyperpop aka the future' presenta una coorte di artisti adiacenti a Charli: Slayyyter, A.G. Cook, gupi, 100 gecs, Caroline Polachek, Hannah Diamond, Kim Petras.

abbastanza grande kirin j callinan significato

Correlati | Charli XCX è il leader cult del pop Pop



Non è difficile vedere come l'etichetta di 'futurismo' sia rimasta. Quando Cook, SOPHIE e i loro compatrioti PC Music hanno lanciato una nuova modalità di musica pop patinata nel 2013, c'erano poche parole per descriverla: forte, certo; strano, assolutamente. Brillante e inquietante, apparentemente contro natura, sembrava prefigurare nuovi e strani modi di comunicare. Cos'era questa musica, se non futuristica? Quando Charli ha chiamato il suo mixtape 2017 prodotto da Cook Pop 2 - come in, un sequel di pop stesso - sembrava che il termine fosse scolpito nella pietra. Charli ha previsto la traiettoria del pop per i prossimi due anni: il 2019 ha visto l'uscita del suo tanto atteso terzo album, così come le uscite lodate dalla critica di Polachek, Slayyyter, 100 gecs e Diamond che hanno solidificato quei ronzii industriali e strilli abrasivi come significanti di la nuova guardia del pop... Quando dichiari che una certa scena è avanti di decenni rispetto al gruppo, i titoli si scrivono da soli. ( sono stato altrettanto colpevole di usare questi cliché sul 'futurismo' come chiunque altro.)



Camp, visioni fuori misura del futuro nella cultura pop non sono una novità; i futuristi dell'inizio del XX secolo glorificavano un nuovo ordine mondiale in cui la tecnologia ha sradicato l'organico, mentre I Jetson ha piantato idee di macchine volanti e strani alieni nelle menti dei baby boomer. Descrivere il synthpop come futuristico è stato un segno distintivo del genere sin dal suo inizio; la computer music ha sempre teso a confondere i critici. Per me, però, c'è qualcosa di stonante nel classificare l'attuale ondata di pop adiacente a Charli come futurista, in gran parte perché suona così tanto come il presente schiacciante e industriale. Assorbe il clamore del nostro momento attuale - il rumore delle fabbriche, il costante ronzio delle costruzioni che inducono la gentrificazione, lo schiacciamento delle discariche - e lo deforma. Forse PC Music ha tagliato il tag 'futuristico' perché in realtà suonava futuristico. O forse l'alternativa era solo un po' troppo sconvolgente da comprendere: che questa musica, nata nella stessa epoca delle torri condominiali in acciaio igienizzato e della disconnessione indotta dallo smartphone, era in realtà un riflesso fin troppo reale del nostro stato attuale. Ogni epoca ottiene l'estetica pop che si merita - eccessiva grandezza negli anni '80 accelerazionisti, ribellione corporativa negli anni '90 e così via - quindi è giusto che la fine degli anni 2010 e l'inizio degli anni 2020 abbiano un suono nichilista intriso dei peggiori sottoprodotti del capitalismo dei disastri : isolamento e malcontento, rumore incessante, graduale disumanizzazione e degradazione delle voci dell'autorità.

Correlati | Hannah Diamond in HD



Sembra un licenziamento di un'intera scena sempre più popolare, ma non lo è: è fondamentale che questi artisti smantellino i suoni del presente. C'è una ragione per cui gli ultimi anni sono stati così ossessionati dalla nostalgia pop: è molto più facile tornare ai suoni degli anni '90 che affrontare il destino che ci è stato assegnato. Al suo meglio, questa musica può trovare un'umanità intrinseca nello specchio nero senz'anima; canzoni come 'Thoughts' di Charli e 'Attachment' di Hannah Diamond esprimono un senso profondo e spirituale di disconnessione della Gen Z che è così raramente articolato. Semmai, è un disservizio per questi artisti chiamare 'futurismo' ciò che fanno, quando è più abilmente tipico dell'inizio del 21° secolo di qualsiasi altra cosa nella memoria recente. Gli artisti più rauchi di questa scena, come Slayyyter e 100 gecs, spingono la forma a limiti assurdi, creando brani caotici e ingombranti che sfruttano la nostra esperienza comune di costante sovrastimolazione. L'ultimo disco di Charli come mi sento adesso , fuori oggi, mette ulteriormente in risalto la cruda umanità nel suo lavoro, scegliendo di concentrarsi sul vero amore genuino - spesso solo un simbolo irraggiungibile in gran parte di questa musica - in contrasto con la tristezza o il vuoto del vuoto. Realizzato interamente in quarantena, è una dimostrazione esemplare di ciò che si può ottenere di fronte anche alle condizioni più deprimenti e costrittive.

Non sarebbe deprimente se questo fosse davvero il suono del futuro? I Jetson ei Pet Shop Boys predissero un brillante e utopico 21° secolo; è una prospettiva molto diversa suggerire che il caos del nostro mondo attuale diventerà più duro, più freddo e più abrasivo. Il fatto che così tanti siano così disposti a rivolgersi immediatamente a Charli, Cook e co. come profeti parla a quanti di noi vedono il mondo: come un'impresa in declino, in contrapposizione a qualcosa che potrebbe, in teoria, diventare più calda e comunitaria.

Correlati | SOPHIE's Whole New World



Alcune sacche di cultura predicono o spingono verso un futuro meno amazzonico. Il record del 2019 di Weyes Blood L'ascesa del Titanic era un appello appassionato all'umanità per allontanarsi dallo stato disconnesso creato dal capitalismo neoliberista e verso un mondo alimentato dall'amore e dalla compassione. Il film di Lulu Wang L'addio chiedeva agli spettatori di considerare un mondo in cui i bisogni della comunità fossero messi al di sopra dei bisogni dell'individuo, mentre il cosiddetto film horror di Ari Aster mezza estatesu contemplato un modello sociale in cui il dolore è condiviso, piuttosto che interiorizzato o armato. Sono elettrizzato dal fatto che il 2019 sia suonato come la collaborazione '2099' di Charli con Troye Sivan, con i suoi sub-bass rombanti e i sintetizzatori di astronavi. Spero, per il nostro bene, che l'anno 2099 suoni molto diverso.

Foto per gentile concessione di Atlantic Records

Articoli correlati in tutto il Web