Bella Hadid si unisce a una marcia per la Palestina libera a New York

2022 | Quale

Domenica, Bella Hadid si è unita ai manifestanti a una marcia per la Palestina libera a New York City, mentre Gaza ha visto uno dei singoli attacchi più mortali da quando i combattimenti sono aumentati la scorsa settimana tra Israele e Hamas.

La modella, il cui padre è palestinese ed è da anni un sostenitore del movimento Free Palestine, ha condiviso foto e video della sua partecipazione alla marcia che ha attraversato il quartiere di Bay Ridge a Brooklyn.



Correlati | Le celebrità parlano del conflitto israelo-palestinese



'Stare intorno a tanti palestinesi belli, intelligenti, rispettosi, amorevoli, gentili e generosi tutti in un unico posto... è una sensazione completa!' Hadid ha scritto su Instagram. 'Siamo una razza rara!! È la Palestina libera finché la Palestina non è libera!!!'

La dimostrazione del fine settimana segue una settimana di escalation di violenza tra Israele e Hamas finora è costato la vita a circa 200 palestinesi, di cui oltre 50 bambini, e otto persone in Israele con attacchi aerei che hanno abbattuto diversi edifici a Gaza City, incluso uno che ospitava uffici per la Associated Press e Al Jazeera .



sai chi sei sito web

È il peggior combattimento che la regione abbia mai visto dal 2014 con il Segretario Generale delle Nazioni Unite avvertimento che Israele e Palestina sono diretti verso una 'sicurezza incontenibile e una crisi umanitaria' se questa continua ad andare avanti.

Prima della marcia, Hadid ha esortato i suoi seguaci a istruirsi in post separati. Ha condiviso una sua foto scattata da un'altra manifestazione della Palestina libera dopo il controverso annuncio dell'amministrazione Trump che avrebbero trasferito l'ambasciata degli Stati Uniti a Gerusalemme quattro anni fa.



'È sempre stato #Palestina libera ', ha scritto Hadid. 'SEMPRE. Ho molto da dire su questo, ma per ora, per favore, leggi e istruiti. Non si tratta di religione. Non si tratta di vomitare odio sull'uno o sull'altro. Si tratta della colonizzazione israeliana, della pulizia etnica, dell'occupazione militare e dell'apartheid sul popolo palestinese che va avanti da ANNI!'

Hadid ha continuato ad esprimere la sua solidarietà con 'i miei fratelli e sorelle palestinesi', oltre ad aggiungere che 'mi è stato detto per tutta la mia vita che chi sono: una donna palestinese - non è reale. Mi è stato detto che mio padre non ha un luogo di nascita se è palestinese. E io sono qui per dire. La Palestina è molto reale e il popolo palestinese è qui per restare e convivere. Come hanno sempre fatto.'

Foto via Getty/ James Devaney/ GC Images

cardi b è in una gang?
Articoli correlati in tutto il Web